“TEMPO DI POESIA” L’AGENDA DEL 2022 CHE CI TRAGHETTERÀ FUORI DALLA PANDEMIA

UN’AGENDA CHE È ANCHE UN’ANTOLOGIA DI POETI ANTICHI E MODERNI PER VIVERE UN ANNO IN ARMONIA CON IL CREATO.

di Vito Bruschini23/10/2021
Tempo di Poesia
elena agenda 2022Ha scritto Harold Bloom, celebre critico letterario di New York: «Continuo a credere che il futuro dipenderà dai lettori di tutto il mondo. Senza leggere Dante, Shakespeare, Cervantes e i loro colleghi poeti e scrittori, non possiamo imparare a pensare. E se non riusciamo a pensare, beh, il futuro è delle bestie dell’Apocalisse!»

Insomma, secondo Bloom, sarà la poesia a salvare il mondo. Una provocazione, secondo il suo stile, che però dà alla perfezione la misura e il valore dell’arte poetica in questa nostra epoca dove l’informatizzazione e la superficialità dei social sembrano aver spazzato via le emozioni e i sogni che soltanto la melodia poetica può offrirci.

C’è però qualcuno che non ha ceduto le armi e si ostina a combattere una battaglia contro il pensiero unico che sta caratterizzando questa nostra epoca, certo che questa sia l’autentica strada per far progredire l’Umanità. E lo fa con strumenti di utilità quotidiana adoperandoli come veri e propri cavalli di troia per contrabbandare quel benessere dell’anima che si chiama poesia.

Il nostro guerriero, o meglio la nostra guerriera, si chiama Elena Saviano e la sua arma è questa Agenda poetica, agile e maneggevole, che ci accompagnerà per tutto il 2022, l’anno dove tutti noi ci auguriamo di uscire da questa pestilenza di sapore medievale e che varrà la pena conservare per i nostri nipoti.

L’Agenda è anche un’antologia e ha un titolo: “Tempo di Poesia” quasi a voler esorcizzare lo sciagurato periodo con la melodia di versi che hanno il sapore di una resurrezione. Ogni giorno dell’anno è commentato da una lirica dove si alternano poeti contemporanei con poeti del passato.

E così le liriche di Enza Spagnolo si avvicenderanno con quelle di Gabriele D’Annunzio; quelle di Maria Luisa Macaluso con quelle di Arthur Rimbaud; Santina Folisi con le poesie di Guillaume Apollimaire. Il palermitano Rino Scurria con l’egiziano Costantino Kavafis; Stefania Miro con Fredrich Hölderlin; Rosa Padalino con Valdimir Majakovskij. Il poeta Antonino Causi con il polacco Osip Mandel’ Stam. Incontro indimenticabile quello tra la poetica della palermitana Elena Saviano con il grande Fernando Pessoa. Per passare alle poesie di Khalil Gibran con quelle dell’immortale Garcia Lorca. L’Agenda diventa preziosa quando arriviamo al mese di Oscar Wilde che si confronta con Edgar Allan Poe e il mese successivo raggiunge le vette del romanticismo con Aleksandr Puskin e l’inglese John Keats. L’anno si concluderà con altri due giganti della poesia: William Blake e George Gordon Byron.

Ho voluto citare i poeti rappresentati in questa preziosa antologia per far comprendere, meglio di ogni altra parola, lo spessore e l’importanza di aver riunito in un unico volumetto le voci più valorose degli uomini e delle donne del passato e del presente. Voci che hanno tracciato il difficile sentiero del progresso, della cultura, delle emozioni e dei sogni in una parola dell’amore che dovrebbe unirci in un unico afflato universale.elena agenda 2022

Questo volume abbiamo già detto che ha un’anima, si chiama Elena Saviano. Una combattente che non ha deposto le armi della cultura. In questo momento sicuramente sta incitando tutti noi a unirsi a lei in questa difficile battaglia, una battaglia per la nostra sopravvivenza; contro coloro che vorrebbero cancellare la voce della poesia. Ma tornando a ciò che diceva Harold Bloom, potremo salvarci soltanto finché nel mondo ci saranno lettori. Quindi coraggio, cominciamo a leggere questa “Agenda 2022 – Tempo di Poesia”.

L’AGENDA 2022 – TEMPO DI POESIA (può essere scelta in vari colori)
può essere richiesta scrivendo all’email: associazionecycnus@virgilio.it

Richiesta Informazioni













Articoli EMOZIONI