ROBERTO CENTAZZO - "MAZZO E RUBAMAZZO - SQUADRA SPECIALE MINESTRINA IN BRODO"

ANCORA IN AZIONE LA SQUADRA SPECIALE DI CENTAZZO ALLA SCOPERTA DI COLPEVOLI, PER MOSTRARE PERO’ ANCHE I MALI DEL NOSTRO TEMPO

di Cristina Marra21/02/2019
Letto e recensito
mazzo rubamazzoReggio Calabria. La squadra di poliziotti di Roberto Centazzo, protagonista di quattro romanzi, è speciale per diversi motivi che la rendono un unicum nel panorama della narrativa gialla.

E' formata da tre elementi, tre poliziotti in pensione che, per caratteristiche, modus operandi ed esperienze sul campo e personali riassumono una professione difficile troppo spesso poco considerata o compresa nella sua complessità. Non sono soltanto le doti e capacità investigative della squadra, le ambientazioni mai stucchevoli o da propaganda turistica, a rendere unica la squadra, ma è soprattutto la scelta narrativa del loro autore che punta sulla commedia gialla per raccontare drammi, crimini, soprusi, abusi su cui indaga.

Dopo "Operazione Minestrina in brodo", "Operazione Portofino" e "Operazione Sale e Pepe", la squadra composta da Ferruccio Pamattone, ex sostituto commissario, Eugenio Mignona, ex sovrintendente della Polizia Scientifica e Luc Santoro, ex assistente dell'Ufficio Immigrazione, torna a indagare nel suggestivo "Mazzo e rubamazzo".

Ancora una volta e sempre con maggiore incisività e maturità, l'autore offre un piccolo-grande affresco della società italiana concentrata nel microcosmo genovese dove agiscono i tre poliziotti che, dopo la pensione, non abbandonano  le indagini diventando indispensabili riferimenti e collaboratori insostituibili per i colleghi ancora in servizio. Centazzo, non nuovo alla serialità, regala storie in cui si mescolano vicende private dei protagonisti con i casi di cui si occupano.

Detti Kukident, Semolino e Maalox, per ironizzare e sdrammatizzare sulla loro non piu' giovane età e sui problemi fisici o di salute, Centazzo si conferma romanzo dopo romanzo, un narratore di storie gialle in cui l'umanità è in primo piano. Racconta abitudini, preoccupazioni, esigenze e anche desideri o problemi quotidiani di tre uomini che si rimettono in disussione e in gioco andando controcorrente sia dal punto di vista affettivo e privato che professionale. Centazzo è uno scrittore che va controcorrente, che non si piega alle mode del momento o a clichè e con una sensibilità sottile che si nasconde dietro l'ironia e l'umorismo svela difficoltà, disagi, emarginazioni, crimini di ogni genere che accomunano non solo gli anziani. Attraverso le indagini della squadra speciale, l'autore scoperchia tanti mali nascosti, mettendola a fianco dei piu'  deboli ma sempre strappando un sorriso.

La loro anzianità è solo di servizio e rappresenta una marcia in piu' e non un limite e la forza narrativa di Roberto Centazzo risiede proprio nel trasformare in vigore e entusiasmo, in determinazione e concentrazione quelle debolezze che potrebbero apparire come un ostacolo dell'età che avanza. Stavolta i tre poliziotti, amici anche senza la divisa  si caleranno  nei panni di chi lotta quotidianamente per sbarcare il lunario, essendo vittime di un disguido amministrativo e informatico che li priva momentaneamente della loro pensione e si ritrovano a inventarsi o ripescare vecchi lavori manuali in attesa che tutto torni alla normalità. 

In questo modo i protagonisti conoscono, comprendono e anche giustificano realtà di povertà e disagi provocati dalla legge del più forte  in una Genova multietnica, fatta di luoghi nascosti o tenuti in ombra anche dalle forze dell'Ordine e in cui agiscono da speculatori i Poteri Forti la Curia Vescovile,le Banche e la 'Ndrangheta. Storie personali e dolorose del passato della squadra ritornano prepotentemente affiancandosi a scelte difficili per il futuro delle loro donne scombussolano i tre poliziotti ma niente ferma Maalox, Semolino e Kukident, la loro voce si farà sentire sempre!

Mazzo e Rubamazzo
Roberto Centazzo
Editore Tea
Prezzo euro14,00

Incipit:  "Semolino, compiaciuto, strizzò l'occhio a Maalox che, a sua volta, rimbalzo' lo sguardo d'intesa a Kukident . Un mezzo sorriso si dipinse sui volti dei tre membri della Squadra speciale Minestrina in brodo non appena il banditore d'asta fece il suo ingresso nella sala gremita".

Richiesta Informazioni













Articoli LETTERATURA