RISPETTO PER TUTTI GLI ESSERI VIVENTI

AL VIA LA RACCOLTA FIRME PER IL REFERENDUM PER L’ABOLIZIONE DELLA CACCIA IN ITALIA.

Global Press Italia05/07/2021
No caccia
no cacciaRoma. Il movimento Ora Rispetto per tutti gli Animali da anni è attivo e lavora con lo scopo di migliorare le leggi vigenti, di rafforzare una coscienza ambientale, di aumentare la consapevolezza nei confronti di problematiche pressanti e urgenti, come quelle legate ai danni provocati dall’inquinamento, dal disboscamento selvaggio, dagli allevamenti intensivi. I referendum costituiscono una grande opportunità, una possibilità concreta e condivisa con i cittadini, per cambiare definitivamente in meglio, per invertire la rotta che in questi anni ha portato al deterioramento dell’ambiente e al peggioramento della vita degli animali, deprivati del loro habitat.
 
Il referendum sull’attività venatoria in Italia da finalmente facoltà ai cittadini di decidere attivamente, e non soltanto orientare il parlamento, in materia di diritti degli animali riconosciuti come esseri senzienti.
 
Secondo il fondatore, Giancarlo de Salvo: “La modifica della legge 157/92 e l’abrogazione dell’art 842 del Codice Civile aboliranno definitivamente la caccia in Italia, salvaguardando la tutela degli animali”.
 
L’articolo 842 del Codice Civile recita nei commi 1 e 2: “Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l’esercizio della caccia a meno che il fondo non sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge (…)”. Di fatto in base alle disposizioni della legge 157/1992 e dell’articolo 842, risulta così garantita solo la proprietà di quei cittadini che possano permettersi costose recinzioni. Tutto questo risale all’epoca della legislazione del ventennio e rappresenta una violazione del principio di uguaglianza dei cittadini, oltre a costituire un pericolo non solo per la fauna, ma anche per chi vive o lavora in dette zone, senza calcolare i possibili danni ambientali e alle colture.

La modifica della legge 157/1992 richiede l’abolizione di tutti gli articoli inerenti l’attività venatoria in Italia.
 
Il mondo animalista schiera finalmente il suo esercito per questa battaglia etica combattuta sul piano del diritto.
 
Il Referendum rappresenta per questo un atto di fiducia nella partecipazione democratica dei cittadini, un richiamo senza precedenti verso la compattezza del mondo animalista e non solo, e uno stimolo per l’assunzione di responsabilità del singolo, perché ciascuno sia parte attiva di questo cambiamento epocale.
 
La raccolta firme è prevista a partire dai primi di luglio 2021. A breve saranno resi noti i punti di riferimento e le postazioni predisposte nelle varie regioni italiane.
 
Data l’importanza dell’evento, il Presidente del Movimento si rende disponibile per eventuali approfondimenti e interviste.
 
Per informazioni:
 
Ufficio Stampa:
ufficio.stampa@rispettoanimali.it  - cell: 347 2101290
 
Presidente:
Giancarlo De Salvo - rispettopertuttiglianimali@gmail.com –
 
Mobile  380 1531588

Richiesta Informazioni













Articoli EMOZIONI