INCONTRO CON DEMETRIO CANALE CREATORE DEL BRAND ZIO CHIC

OGGETTI DI STRAORDINARIA ELEGANZA, INTRISI DI CULTURA E SENSIBILITÀ ANCESTRALE

di Cristina Marra26/10/2022
Eccellenze Made in Italy
demetrio zio chicReggio Calabria. Storie fatte di tessuti vintage che si fanno racconti e diventano car bag uniche e esclusive e sciarpe avvolgenti che coccolano il collo, è tutta una narrazione attraverso le stoffe, uno scavo nella memoria, un recupero del passato sempre attuale, quella del brand Zio Chic nato dalla creatività e dalla sensibilità di Demetrio Canale.

Con le sue collezioni confeziona racconti intessuti o stampati nelle pezze che riemergono dai tempi dell’infanzia e si fanno presente e continuano il loro percorso narrato sulla stoffa addosso a chi sceglie questi accessori di pregio. Borse e sciarpe sono pezzi unici confezionati dall’artigianalità sartoriale con abbinamenti estrosi e glamour, studiati nei particolari e nei dettagli o accostamenti estemporanei suggeriti da una suggestione, da un profumo, da un incontro o da un luogo. Tutti gli accessori a firma Zio Chic sono un elogio della bellezza e del “superfluo necessario” e nascono come dono.

Se la prima car bag ,ispirata a una borsa da spider, era destinata a un amico e la prima sciarpa dedicata a un gesto affettuoso e protettivo della madre, regalata a un’amica, questo concetto di dono riecheggia in ogni creazione di Zio Chic che lascia spazio anche a ceramiche artistiche che “parlano” di donne speciali.  

Come e quando l’avvocato Demetrio Canale diventa il creatore del brand di accessori moda vintage Zio Chic?demetrio zio chic

Ho sempre fatto realizzare per me le sciarpe: è un retaggio antico. Da bambino, quando avevo la tonsillite, mia madre mi dava le medicine e poi mi annodava un suo foulard intorno al collo dicendomi: "Con il calore della seta il dolore ti passerà prima". La prima sciarpa con l'etichetta ZIOCHIC è stata fatta nel 2017. Volevo fare un regalo a un'amica di Milano e mi sono domandato cosa si potesse regalare a una donna che ha tutto, finanche una casa editrice. La risposta è stata: qualcosa che faccio solo io. Così ho fatto realizzare le etichette col logo. La sciarpa è stata apprezzata.
 
La prima car bag è stata realizzata a novembre 2017, era un “esperimento”, un regalo. Da allora cosa è successo a e quanto strada ha fatto il brand Zio Chic?

Tutto il mio lavoro con ZIOCHIC ha a che fare con il recupero della memoria. La carbag è la riedizione di un borsone che era in dotazione alla spider che i miei genitori avevano quando ero bambino. Amavano i viaggi on the road: quando si partiva, nello strapuntino dietro, io venivo incastrato nel port-enfant e accanto c'era questa borsa. Dopo il prototipo numero 0, regalato ad un amico, l'accoglienza favorevole mi ha spinto a realizzarne altri. Ad ogni stagione viene prodotto un numero limitato di pezzi, ognuno è un pezzo unico, utilizzando tessuti prevalentemente vintage.
 
Il tuo motto è “meglio anomali che anonimi”. Le tue creazioni sono pezzi unici non puntano solo all’originalità ma anche e soprattutto all’unicità?

Dal mio punto di vista, tutta l'industria del fast fashion già da tempo mostra i suoi limiti. Secondo me si ritornerà alle produzioni di nicchia e alla sartorialità. Per questo mi occupo solo di produzioni limitate in cui ogni pezzo è unico.
 
Sei calabrese e come tutti i reggini hai lo sguardo rivolto alla dirimpettaia Sicilia. Dalla tradizione ceramista siciliana sono nate le “teste di zio chic”?

Le teste di ZIOCHIC sono nate sulla scia del ricordo di una visita a villa Palagonia a Bagheria. Una villa del '700 nel cui giardino vi sono centinaia di statue con facce e corpi deformi.  Avevo anche il desiderio di creare qualcosa di ulteriore rispetto ai Morì siciliani. Le mie teste sono contenitori versatili, che possono essere usati anche come piatti da portata. Anche in questo caso ogni pezzo è unico e racconta una storia. Spesso storie di donne: Angelica che scappa col soldato nemico causando la furia di Orlando; o Agata, un femminicidio talmente cruento da trasformare la poveretta in santa.
 
demetrio zio chicVintage e sostenibilità sono la mission del marchio?

 Vintage e sostenibilità credo siano diventati quasi un sinonimo. Ritengo anche che la qualità dei tessuti prodotti cinquant'anni fa sia nettamente superiore alla qualità dei tessuti prodotti oggi. Utilizzando tessuti vintage realizzo prodotti sostenibili con una qualità che è quasi scomparsa. 
 
Sei un cercatore, direi un detective alla ricerca di tessuti, bottoni, gioielli di altri tempi, come procede il tuo lavoro?

Sono una sorta di archeologo. Vado in giro alla ricerca di negozi poco frequentati, che nel retro bottega ancora conservano autentici tesori. Gli oggetti, le stoffe, i Bottoni mi rimandano a mondi perduti che provo a far riemergere con gli accessori ZIOCHIC  
 
Car bag e Tote bag sono realizzate con stoffe vintage. Ogni borsa è una storia perché dietro a ogni tessuto utilizzato c’è una storia? Chi le indossa in un certo senso continua la narrazione di quella storia?

Capita che i tessuti usati siano di recupero. L'anno scorso con un frammento di un copriletto di ginestra, un tessuto antico di centocinquant'anni realizzato con un telaio a mano, è stata realizzata una borsetta da sera. La chiusura era un bottone gioiello anni '50. È stato un progetto realizzato su commissione per una cliente affezionata. Il copriletto faceva parte del corredo di una cugina di mia nonna rimasta nubile. L'ultima volta che andai a trovarla, mi regalò una delle casse del corredo. Tra le altre cose vi era questo tessuto ormai scomparso. L'idea di recuperare materiali antichi di qualità nasce dal desiderio di recuperare uno stile di vita che si sta perdendo, o forse si è già perduto. Chi sceglie di portare un prodotto ZIOCHIC, una borsa o una sciarpa, sicuramente apprezza questa narrazione. 
 
Per te etica e estetica sono sullo stesso piano. Quanto un accessorio e un ambiente belli e accoglienti ci migliorano la vita?

Il bello, in ogni sua forma, credo che possa contribuire a lenire le malinconie che la vita ci propina. Non realizzo oggetti necessari ma non c'è nulla di più necessario del superfluo.
 
Ogni tua creazione nasce da un’amicizia, che altri accessori propone Zio Chic e qual è la sua diffusione sul territorio?demetrio zio chic

Per il compleanno di una cara amica, una cliente diventata amica, ho fatto realizzare un bracciale che è molto piaciuto: cinturino in cuoio e applicazioni di bigiotteria anni '60. Anche in questo caso verranno realizzati altri esemplari dello stesso modello ma ognuno diverso dall'altro.
Attraverso il sito e il profilo Instagram raggiungiamo la gran parte degli estimatori di ZIOCHIC. Prima della pandemia rivenditori di ZIOCHIC erano a Milano, Bologna, Roma, Catania e Cortina. Quest'inverno saremo di nuovo a Cortina e Milano.
 
Sei un grande viaggiatore e lettore, quanto sono importanti i tuoi viaggi e le letture per stimolare la tua curiosità?Il tuo show room ha sede a Reggio Calabria, la Calabria che spunti creativi ti offre?

A me capita di trovare spunti d'ispirazione ovunque e in qualunque contesto. Di sicuro i viaggi e le letture sono fondamentali per nutrire la creatività ma, sotto questo aspetto, la Calabria e Reggio in particolare sono utili proprio perché luoghi contradditori, belli e trascurati. In diversi periodi della mia vita ho vissuto altrove, anche all'estero. Sono sempre tornato.
 

Richiesta Informazioni













Articoli EMOZIONI