IL JAZZ INCONTRA IL GIALLO A CASTROREALE

LA MANIFESTAZIONE “JAZZ E GIALLO” ORGANIZZATA DALLA PROLOCO ARTEMISIA DI CASTROREALE SI È CONCLUSA CON IL CONCERTO DEI JAZZ4NOIR.

di C. M.16/12/2020
Concerto jazz
jazz e noir a castrorealeCastroreale (foto di Emanuele Torre). Che cosa accomuna un giallo umoristico a celebri film noir? La Musica! Il fil rouge musicale è stato al centro della manifestazione Jazz e Giallo, organizzata a Castroreale (ME) dalla Proloco Artemisia e dedicata alla presentazione del romanzo giallo “L’assassino scrive 800A” (Solferino) di Francesco Bozzi seguita dal concerto del gruppo Jazz 4 Noir.

L’evento si è svolto nella Sala Consiliare del Comune di Castroreale, a porte chiuse, trasmesso in diretta facebook sulla pagina della Proloco, è stato condotto dalla giornalista Cristina Marra con la partecipazione dell’attore Ernesto Maria Ponte.

La musica, le parole, le indagini, i protagonisti e soprattutto le atmosfere hanno accompagnato la presentazione del romanzo di Bozzi, un unicum nel panorama letterario, essendo il primo giallo con colonna sonora. Composta da Valerio Buscetta, la musica che celebra le indagini del commissario Saverio Mineo “è nata per scherzo con Francesco Bozzi e Cesare Inzerillo” rivela Buscetta “perché volevamo dare a Mineo le atmosfere di Marlowe”. jazz e noir a castroreale

Nato come progetto per la Tv, da sceneggiatura diventa un romanzo con protagonista l’antieroe Mineo che come afferma Bozzi “è un personaggio particolare, un piccolo mostro che ingloba manie e nevrosi non solo mie ma anche di amici e conoscenti, e ha un aspetto anonimo proprio perché in Mineo c’è qualcosa di ognuno di noi”.

Il commissario Mineo indaga tra Terrasini e Cinisi nelle piccole pause che si concede a malincuore dalla lettura della Gazzetta dello Sport che custodisce con cura e preserva dal vento o dalla pioggia. La sicilianità di Mineo traspare dai luoghi, dalle abitudini, e non dal linguaggio e Bozzi pur ispirandosi a Simenon anche per il rapporto tra il commissario e la moglie, presenza incombente ma ben celata, lo personalizza a tal punto da renderlo diverso da tutti gli altri detective nostrani.

Se Mineo con le letture e le battute esilaranti di Ernesto Maria Ponte strappa risate e riflessioni, la musicalità che emerge dello stile narrativo di Bozzi diventa brani eseguiti da gruppo di amici e grandi musicisti” Diego Spitalieri al pianoforte che è un fantastico compositore” racconta Buscetta - “ Marcello Cinà al sax soprano che riesce a interpretare perfettamente le mie intenzioni musicali, Toti Mangione (nipote del grande chuck Mangione) un chitarrista molto istintivo e Sergio Filosto alla batteria che è perfetto nell'interpretazione di atmosfere noir”. Buscetta ricorda  altri preziosi amici che gli  sono stati vicini in questa avventura musicale: Salvino Romano, Joe Costantino, Fabrizio Pezzino e Gabriele Palumbo.

jazz e noir a castrorealeIl gruppo ha accompagnato Francesco Bozzi nel tour estivo delle presentazioni e a Castroreale ha eseguito i due brani “Big Flower e Theme from Mineo”. Valerio Buscetta, direttore artistico e organizzatore della prima edizione del Festival Jazz di Terrasini, è anche membro del gruppo del gruppo Jazz 4 Noir insieme a Diego Spitaleri, Marcello Cinà e Sergio Filosto, che ha eseguito brani tratti da film noir.

Una selezione di musiche non facile “perché la produzione di cinema noir” afferma Buscetta “ è piena di bellissime musiche. In più c’era l’esigenza di alleggerire il tenore drammatico dei brani e lì è stato di grande aiuto “Woody Allen che usa il jazz anche nelle sue commedie noir”. E’ proprio vero che jazzisti e giallisti suonano la stessa musica!.

(Per il concerto copiate il link sulla stringa di Google)
https://www.facebook.com/1720089894884718/posts/3082804368613257/?sfnsn=scwspmo
 

Richiesta Informazioni













Articoli EMOZIONI