"C'E' UN MORTO GIU' IN CANTINA", SI RIDE, MA LA VITA HA ANCHE UN'ALTRA DIMENSIONE

STREPITOSA MESSINSCENA DELLA COMMEDIA DI SCIRÈ AL TIRSO DE MOLINA, CON UNA COMPAGNIA STELLARE

di Vito Bruschini15/12/2018
Visto e recensito
c'è un morto giu in cantina tirso   ROMA. Al Teatro Tirso de Molina è in scena una speciale e divertente commedia, scritta e diretta da Salvatore Scirè e intitolata C’è un morto giù in cantina.  
La pièce è veramente deliziosa: la storia è ambientata in un’imprecisata località del sud, non meglio identificata. Ma tutta la commedia è connotata da un forte sapore “meridionale”, ben marcato anche dall’eco magica di folkloristici mandolini, che rievocano antiche atmosfere popolari. Sasà e Sofia, due coniugi in latente stato di crisi, notano il ripetersi di strani fenomeni in casa.

Lei è piuttosto scettica, in proposito, ma il marito, da buon campano, pensa subito alla presenza in casa di... qualche entità soprannaturale! Decide così di organizzare una seduta spiritica, che  risulta particolarmente comicae che farà emergere qualcosa di strano: anzi, si scopriranno alcuni dettagli che riguardano proprio la giovane cuoca che vive in casa.

Come succede di solito, man mano salteranno fuori delle inattese situazioni e fatti imprevisti, ma alla fine della commedia molte cose si chiariranno e tutte le caselle torneranno magicamente al loro posto. Tutte meno una, purtroppo....! Insomma, dietro l’angolo c’è un finale agrodolce e inatteso!

In questo testo,  l’Autore ha voluto trattare con ironica leggerezza e quasi con gioia un tema delicato ed importante: l’Aldilà, infatti, viene rappresentato in modo naturale e spontaneo, quasi a misura umana; divertendo lo spettatore ma, allo stesso tempo, regalandogli anche vivaci spunti di riflessione. Il personaggio chiave della misteriosa “entità”, infatti, viene totalmente umanizzato e risulta essere perciò particolarmente comico. Un testo profondo, colto, brillante allo stesso tempo.
Ma vediamo chi sono i singoli personaggi e i loro bravissimi interpreti.

Uno straordinario Raffaele De Bartolomeis, mattatore assoluto,  tiene la scena per quasi tutta la commedia e nei panni del protagonista Sasà Grattarulo ci regala momenti di grande comicità, ma anche di profonda umanità ed autoironia. Con lui fanno il paio due donne super: la spumeggiante Laura Sorel, nel colorito ruolo di Carmela Parascandolo, medium famosa pittoresca; e la  bravissima Antonella Arduini, ovvero la moglie ciociara Sofia. L’uomo del mistero, viene ottimamente interpretato da Massimo Folgori, che si esprime sul palco con classe ed eleganza. Una validissima Valeria Palmacci dà vita al personaggio di Annalisa, l’ingenua servetta che però alla fine ci sorprenderà con un’inattesa metamorfosi; farà coppia con il sicilianissimo maresciallo Privitera dell’Arma dei CC, reso magnificamente da Dario Riggio: insieme, faranno un “omaggio teatrale” a un momento cult del cinema italiano.

Completano il cast (nel complesso veramente di ottimo livello) Nicola Di Lernia, del tutto credibile nei panni, anzi nella tonaca del  brillante parroco don Policarpo , la frizzante e bravissima Francesca Targa , che interpreta la marchesina Viendalmonte di Rosmarino, una vicina di casa molto portata per la poesia; e ancora un multiforme Adolfo Bianchi Whites (bravo a sdoppiarsi nel duplice ruolo di postino e di Eleuterio Maione, il sindaco narcolettico!) e infine il travolgente Davide Santarpia (ovvero l’elettrauto di fiducia: un ruolo “cameo”, ma funzionale!).

La commedia è scandita dai ritmi serrati e brilla per le sue caratterizzazioni, tutte ben amalgamate fra di loro. Teatralmente parlando, risultano particolarmente suggestive le apparizioni del personaggio misterioso e gli “omaggi” ai personaggi cult. Esilarante il primo incontro fra Sasà e la medium, e particolarmente comica nientedimeno che... la seduta spiritica!!!!!
Insomma, uno spettacolo da vedere sicuramente!
 
                                                                                                       
 
Fino al 16 dicembre 2018
Teatro Tirso de Molina
Via Tirso 89 – Roma
Tel. 06.8411827
 

Richiesta Informazioni













Articoli PATRIMONI