“BELLE RIPIENE”, QUATTRO SIGNORE AI FORNELLI PER PARLARE DI CUCINA E DI UOMINI

ROSSELLA BRESCIA, TOSCA D’AQUINO, ROBERTA LANFRANCHI E SAMUELA SARDO AI FORNELLI DI UNA ESILARANTE COMMEDIA

di Salvatore Scirè09/11/2018
Anteprima teatro
belle ripieneROMA.(Foto, Antonio Agostini).  E’ in arrivo al Teatro Sistina la commedia Belle ripiene, una brillante pièce che parla di cucina e di ricette. E, per la presentazione, la conferenza stampa si è svolta nel roofgarden dell’Hotel Bernini, con le quattro protagoniste (Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo. ) superimpegnate ai fornelli della cucina del panoramico ristorante. Certamente una presentazione da scoop, nello scenario incantevole con vista mozzafiato su Roma, per uno spettacolo che si preannuncia di ottimo livello qualitativo.
La storia ci racconta di quattro amiche, Ida (Rossella Brescia), Ada (Tosca D’Aquino), Leda (Roberta Lanfranchi) e Dada (Samuela Sardo), le quali decidono di aprire un ristorante. Ovviamente, di cosa parleranno? Di ricette e, soprattutto, di uomini!  E così verranno messi in risalto piatti tipici di quattro diverse regioni italiane, insieme a culture, dialetti, voci, tradizioni: Appositamente per la commedia è stato creato lo Scrigno Belle Ripiene, uno speciale raviolone ripieno di cime di rapa (Puglia) e guarnito con guanciale croccante (Lazio), pomodoro piennolo confit (Campania) e fonduta di stracchino (Lombardia). Nel menù tante altre prelibatezze: dal “Risotto allo zafferano e gamberi boreali” alle “Mezzelune pere e taleggio con crema di zucca e castagne” fino alle “Perle di salmone croccante, yogurt ed erba cipollina”.
Attenzione, cucina e fornelli sono reali e sul palco, una telecamera permetterà al pubblico di seguire la preparazione dei piatti. Le protagoniste di “Belle Ripiene” accenderanno un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive “più-o-meno-realizzate” esistenze e cucineranno delle vere pietanze ognuna con la propria estrazione geografica, da Roma a Napoli, dal Salento all'Alta Padana.
In altre parole, si tratta di “una gustosa commedia dimagrante”, che però non farà il verso a certi programmi televisivi incentrati sul cibo e sulla cucina. L’autrice, infatti, è la brava Giulia Ricciardi (che ben conosciamo come brillante commediografa, nonchè attrice comica), la quale ha sviluppato un’idea di Massimo Romeo Piparo; il quale, ça va sans dire, ne ha curato la regia.
A quanto sembra, al termine di questo racconto “dimagrante”, una ghiotta sorpresa attenderà il pubblico: gli spettatori condivideranno con le attrici i piatti cucinati ma “i loro uomini” rimarranno nella lista dei “cibi proibiti” dal… dietologo dell’amore. Non a caso, lo spettacolo di avvale della consulenza enogastronomica dello Chef Fabio Toso, del patrocinio della Federazione Italiana Cuochi e delle Cucine Lube come main partner.
Lo spettacolo ha già debuttato ad Assisi e ha già toccato Napoli, Bari e Torino, Genova e Cassano Magnago. Dal 21 novembre al 2 dicembre sarà al Sistina di Roma, per poi proseguire la tournée in varie città, fino a Catania
Ovviamente, siamo curiosi di vedere e recensire questo appetitoso evento! Per ora,    buon divertimento, ma anche... buon appetito.
 
 Teatro Sistina
Via Sistina, 129 00187 Roma
Info e prenotazioni: 06 4200711
www.ilsistina.it
 
 
                                                                                    

Richiesta Informazioni













Articoli PATRIMONI