banner
banner
banner
banner
risiko

“RISIKO – QUELL’IRREFRENABILE VOGLIA DI POTERE”, COME DICONO I BOSS ‘CUMANNARI E’ MEGGHIU CA FUTTIRI’

130
banner

ROMA – Era il 1992 quando Francesco Apolloni propose al TodiFestival lo spettacolo RISIKO – Quell’ irrefrenabile voglia di potere.  Fu un grandissimo successo, applauditissimo in tutti i teatri che lo videro in scena, compreso il teatro della cometa. Lo spettacolo divenne un cult. A distanza di 25 anni torna in scena dal 22 marzo al 9 aprile proprio al Teatro della Cometa. Un tema sempre di grande attualità: il crollo della vecchia classe politica e la nascita della nuova. Regista di questo nuovo allestimento è Vanessa Gasbarri. Protagonisti (in ordine alfabetico) Andrea Bizzarri, Tommaso Cardarelli, Guenda Goria, Antonio Monsellato, Luigi Pisani, Giulia Rupi.

Primissimi anni  ‘90. In un albergo di lusso, di un paese della provincia italiana, quattro giovani ‘yuppies’ della politica, Alex (il carismatico Luigi Pisani), Simone (l’affascinante Antonio Monsellato), Arturo (il divertentissimo Andrea Bizzarri), Claudia (l’altera Guenda Goria), si riuniscono in occasione del congresso del loro partito (quale, non ha davvero importanza) per l’elezione del nuovo segretario giovanile.

A movimentare ulteriormente la notte che precede l’elezione al quartetto si uniscono la cameriera Stella (l’intraprendente Giulia Rupi) e l’amico d’infanzia Giulio (il camaleontico Tommaso Cardarelli). Denominatore comune dei sei giovani la smania di potere che non sembra essere per loro niente di più o di diverso dello status symbol del telefonino o del tabellone del ‘Risiko’, dove si conquista il mondo tirando ai dadi.

Il sesso, la droga, la politica, la stessa vita altrui… tutto è gioco per questi bambini che si allenano a diventare i padroni di domani e i risvolti comici di cui la commedia è ricca non fanno che renderla più accattivante.

La commedia scritta da un pungente Francesco Apolloni 25 anni fa risulta oggi preveggente e ancora attualissima. Attenta a tutti i dettagli e sarcastica come nella miglior tradizione della commedia all’italiana è la regia di Vanessa Gasbarri, che fa della piéce un ‘classico’ del teatro contemporaneo. Le musiche sono composte, per l’occasione, da Jonis Bascir.

Risiko non è un testo sulla politica ma sul potere, chiunque si avvicina ad esso finisce per subirne il fascino. Non a caso, anche la cronaca di oggi non fa che parlare del congresso di un grande partito, scissioni fra correnti, la vecchia legge elettorale che ritorna… che la prima Repubblica dei giovani protagonisti di Risiko non stia ritornando?

 22 marzo | 9 aprile 2017

Produzione PRAGMA srl presenta

RISIKO – Quell’ irrefrenabile voglia di potere

Di Francesco Apolloni

Regia Vanessa Gasbarri

con (in ordine alfabetico)

Arturo: Andrea Bizzarri             

Giulio: Tommaso Cardarelli

Claudia: Guenda Goria             

Simone: Antonio Monsellato

Alex: Luigi Pisani                         

Stella: Giulia Rupi

 scene Katia Titolo,

costumi Marco Maria Della Vecchia e Maura Casaburi

musiche Jonis Bascir,

luci Corrado Rea

aiuto regia Claudia Ferri, Alessandro Salvatori ed Alessandra Merico

foto Barbara Ledda

Teatro della Cometa  – Via del Teatro Marcello, 4 – 00186
Orario prenotazioni e vendita biglietti:  dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposto), domenica 14:30 – 17:00 – Telefono: 06.6784380

Orari spettacolo: dal martedì al venerdì ore 21.00. Sabato doppia replica ore 17,00 e ore 21,00. Domenica ore 17.00. Costo biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro.

RIDUZIONI PER I LETTORI DI MEDIA&SIPARIO e SALTINARIA

 

 

________________________________________________________

Ufficio Stampa Teatro della Cometa

Agenzia Maya Amenduni – @Comunicazione

Maya Amenduni
+39 392 8157943
mayaamenduni@gmail.com

https://www.facebook.com/MayaAmenduni

________________________________________

 

 



Related Articles & Comments

  • banner

Leave a Comment

Popular tags

auto blu Borsellino Canadà commedia crisi Cristina Marra euro europa GEPPI DI STASIO Gianni Clementi Hollande Italiani in fuga Jasmine Trinca Marco Cavallaro Martigli PAOLO BARNARD romanzo storico salvatore scirè TEATRO CONCIATORI TEATRO DELLE MUSE